Serie Fantasy

DARK: voto 8,5. La serie tedesca rivelazione del 2019.

Scroll down to content

Dark si conferma un vero e proprio rompicapo narrativo per gli amanti dei misteri sepolti nei viaggi tra epoche temporali diverse. Questa serie tv trova il suo successo nel modo con cui gli autori (Baran bo Odar e Jantje Friese) sono riusciti ad intrecciare eventi di così tante linee temporali diverse in un unico filo logico. Ovviamente riuscire a gestire tale maestria non significa dare al pubblico una comprensione facile di tali intrecci.

Cosa convince 👍

Una struttura ad intreccio che richiede una certa dose di studio durante la fase di scrittura, svolta magistralmente dagli sceneggiatori, che sembrano non perdere mai la bussola del racconto, anzi paradossalmente più i protagonisti si infilano nello stretto e complicato mondo di paradossi e viaggi nel tempo, più in contrasto il loro lavoro risulterà chiaro allo spettatore, risolvendo via via i suoi dubbi e creando nuovi misteri. Dark è un prodotto solido, da vedere concentrati, senza perdere di vista la sua trama.

Esemplare l’utilizzo della colonna sonora, sempre presente, sempre sul pezzo (perdonateci il gioco di parole) pronta a rendere più ansiolitiche le scene che richiedono maggiore attenzione, quasi fosse un ulteriore personaggio che fa sentire la sua presenza allo spettatore.

Cosa non convince 👎

Le storie seguono diverse e parallele linee narrative per cui bisogna concentrarsi davvero molto. Il problema però non è quello delle linee narrative quanto piuttosto il fatto che la regia è molto statica e rischia di annoiare.

Pur avendo una scrittura decisamente originale allo spettatore arriva in continuazione riferimenti ad altri opere. Il primo riferimento che viene in mente è il film Ritorno al Futuro. Il 12 novembre è un adata più volte citata nella serie tv ma è una data particolare anche nel film Ritorno al Futuro. Nella pellicola di Robert Zemeckis, infatti, in questo giorno si abbatte il fulmine che riporta Marty McFly nel suo tempo.

Molti erroneamente lo hanno paragonato a Stranger Things, per via del misterioso rapimento del ragazzino, ma forse tratti in inganno dalla presenza nella trama degli anni’80. Nella sua essenza però la struttura della serie evoca ben altri show televisivi, con un sistema intricato e machiavellico di misteri inscatolati in altri misteri più grandi riporta infatti alla mente l’enorme successo di Lost.

Ma sono di Twin Peaks i riferimenti più evidenti della serie tedesca. I rimandi sono davvero tanti, dalle atmosfere cupe all’impianto narrativo: anche Winden è una piccola città circondata da boschi che celano segreti e oscure presenze e, come la cittadina in cui si ambienta il capolavoro di David Lynch, sarà scossa da eventi che riveleranno gli scheletri nell’armadio di alcune famiglie. Tutti i misteri di Winden sono collegati ad una centrale nucleare e nell’anno del grandissimo successo della serie tv su Cernobyl era impossibile non farsi venire in mente anche questo riferimento.

Tutti questi parallelismi portano una grande confusione nello spettatore, quasi incapace di capire se quello davanti a se è una sceneggiatura originale (come in effetti lo è) oppure un copiaticcio. Evidentemente i creatori della serie hanno messo molta carne al fuoco e lo spettatore ne ha mangiata troppa, e rimanere lucidi con la pancia piena è alquanto difficile.

Miglior Personaggio 🏆

Jonas Kahnwald: voto 7,5. E’ il ragazzo e l’uomo che gioca a nascondino con se stesso. Non può che essere l’emblema delle discrasie temporali poiché deve la sua esistenza a una di esse. Se il piccolo Mikkel non fosse mai finito nel passato Jonas non sarebbe mai nato. Non ci sarebbe mai stato nessun impermeabile giallo a squarciare il cupo grigiore di Winden e non ci sarebbe stato nessuno Straniero dalla barba incolta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: