Serie Fantasy

The Boys: voto 9. Volgare, rozzo, violento e sanguinario, ma strepitoso! [No spoiler]

Scroll down to content

The Boys è esattamente ciò che doveva essere: sporco, sadico, violento a tratti all’inverosimile, scurrile e cinico come poche altre serie riescono ed ambiscono ad essere.

Cosa convince 👍

Tra personaggi estremamente carismatici e caratterizzati in maniera straordinaria e situazioni assurde, non c’è mai da annoiarsi in quella che a tutti gli effetti è una lotta titanica contro degli individui super-dotati ed intoccabili. Dietro la facciata dell’eroe buono e generoso, infatti, si nasconde un groviglio immenso fatto di bugie, perversioni, abusi di potere e corruzione che sembra non avere mai fine ed anzi, peggiora toccando ripetutamente il fondo. È la decostruzione e lo svuotamento della figura dell’eroe che fino ad ora su schermo non aveva ancora trovato spazio, è il capitalismo sfrenato spinto all’estremo con conseguenze inimmaginabili.

Oltre alla trama questa è una serie con uno stile irriverente e delirante in alcuni momenti, con una comicità forte e senza filtri. Le battute sono taglienti e la violenza tende a comunicare molto più di quanto non sembri, sia che si tratti di una scena leggera che di una fortemente emotiva. Con The Boys ci troviamo dunque davanti ad una storia che non risulta mai banale, una storia che non ha alcuna voglia di coccolare il suo pubblico, piuttosto di alimentare la sua curiosità tramite svolte inaspettate e una scrittura che non risparmia nessuno, mai.

Cosa non convince 👎

Una serie televisiva davvero eccezionale, ma se proprio dobbiamo fargli una critica possiamo dire che manca un approfondimento caratteriale dei personaggi, in particolare quello dei Boys. Lo sviluppo dei personaggi che c’è nei fumetti, però, non è pervenuto, e in questo modo non riesci davvero a capire chi sono i Boys e non puoi schierarti completamente dalla loro parte. E nel loro contorto universo, hanno bisogno di qualcuno che stia dalla loro parte.

Miglior Personaggio 🏆

Billy Butcher: voto 9. E’ senza dubbio uno dei caratteri portanti di tutta la narrazione, forte, freddo, arrogante e dissacrante in ogni sua battuta. La sua scrittura priva di limiti riesce a fondersi perfettamente con le espressioni del suo interprete Karl Urban, costruendo un personaggio che riuscirebbe ad essere fuori posto in ogni contesto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: